Cantiere
Pubblicato il 25/06/2013 · Categoria News · Autore giuseppe seminara

L’art. 50 del DL 69/2013 (c.d. Decreto del Fare) ha ridotto la responsabilità solidale sugli appalti, escludendola per i versamenti IVA.

Contrariamente a quanto annunciato prima della pubblicazione del Decreto, non è stata intaccata la responsabilità relativa alle ritenute erariali sui dipendenti ed ai versamenti previdenziali.

Il committente o l’appaltatore avranno quindi l’obbligo di acquisire, prima del pagamento del corrispettivo, le attestazioni relative alla regolarità dei pagamenti delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e la documentazione attestante la regolarità contributiva.

Lo stesso Decreto amplia la durata del DURC, dagli attuali 90 giorni, a 180 giorni.

Il DURC verrà acquisito d’ufficio dalla Pubblica Amministrazione, anche in sede di gara d’appalto, e non dovrà essere più inserito a corredo della documentazione.

Nel caso di DURC irregolare, il contribuente (o il suo consulente del lavoro se delegato) riceverà una PEC con l’invito alla regolarizzazione nei 15 giorni successivi.

In mancanza di regolarizzazione, la Pubblica Amministrazione dovrà trattenere le somme ivi indicate e provvedere alla liquidazione dell’eventuale saldo attivo rimanente.

Per il pagamento del saldo delle prestazioni o degli appalti, è previsto comunque la richiesta di un nuovo DURC da parte della PA, anche se il precedente non dovesse risultare scaduto.

Dott. Giuseppe Seminara