efficienza-energetica
Pubblicato il 16/06/2015 · Categoria Circolari e News · Autore Studio Seminara

A seguito dell’approvazione del POI “Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico” 2007-2013, il 1° Giugno 2015 è stato pubblicato il Decreto del MiSE in cui vengono fissati termini e modalità di presentazione delle domande di agevolazioni in favore di programmi d’investimento finalizzati alla riduzione dei consumi energetici all’interno delle attività produttive.

In particolare, 120 milioni di euro verranno destinati alle imprese di qualsiasi dimensione con unità produttive situate in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che intendono realizzare investimenti nel settore dell’efficienza energetica.

Per poter accedere alle agevolazioni finanziarie previste dal decreto, le imprese sono tenute a presentare per via telematica la domanda di agevolazione e tutta la documentazione richiesta, a partire dalle ore 10.00 del 30 Giugno 2015.

Le imprese possono presentare una sola domanda di agevolazione per ciascuna unità produttiva ed i progetti finanziabili devono prevedere spese ammissibili non inferiori a 30.000 euro.

Le agevolazioni vengono concesse, attraverso una procedura valutativa a sportello, con una delle seguenti modalità:

- contributo in conto impianti, per i programmi di importo fino a 400.000 euro da realizzare entro il 31 dicembre 2015;

- finanziamento agevolato, per i programmi da realizzare entro il 31 dicembre 2016.

I programmi d’investimento ritenuti ammissibili devono prevedere la realizzazione di una delle seguenti tipologie d’intervento:

- isolamento termico degli edifici all’interno dei quali sono localizzare le unità produttive;

- installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici;

- installazione di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica esclusivamente all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento.

Per i programmi d’investimento già avviati alla data di presentazione della domanda, il Ministero provvede a verificare la documentazione relativa alle spese già sostenute e la pertinenza al programma.

L’agevolazione verrà erogata all’impresa beneficiaria dal Ministero in due quote, la prima delle quali dovrà essere almeno pari al 30% dell’importo complessivo della spesa ammessa.

L’erogazione verrà effettuata su un nuovo conto corrente vincolato che l’impresa beneficiaria dovrà aprire presso una delle banche convenzionate.

In ogni fase del procedimento il Ministero può effettuare controlli e ispezioni al fine di verificare la sussistenza delle condizioni per la fruizione ed il mantenimento delle agevolazioni.