150323-bilancio
Pubblicato il 21/10/2016 · Categoria Circolari, News · Autore Studio Seminara

Una manovra da 27 miliardi, dai  24 stimati alla vigilia, la Legge di Bilancio 2017 porterà molte novità ma pure tante conferme. Chiude Equitalia,  si semplificano e alleggeriscono i regimi fiscali dei piccoli imprenditori, si estende il bonus delle ecoristrutturazioni a condomini e alberghi, ripartono le assunzioni nel pubblico impiego. Rispetto al 2016 aumenta di due miliardi di euro il Fondo Sanitario, raggiungendo quota 113 miliardi, mentre il canone Rai scenderà da 100 a 90 euro, nuovo super ammortamento al 250% per gli acquisti in specifici settori.

Ecco un elenco di alcune delle novità:

  • Diventa ufficiale la chiusura di Equitalia con contestuale rottamazione delle vecchie cartelle, con l’abbuono (non si sa se in tutto o in parte) delle more, degli interessi e, forse, anche delle sanzioni (su quest’ultimo punto si aspetta di leggere il testo definitivo). Nel giro di sei mesi la società di riscossione verrà incorporata all’interno del perimetro dell’Agenzia delle Entrate.
  • L‘Ires, imposta sui redditi delle società,  scende dal 27,5% al 24% e nasce l’Iri, (l’imposta sul reddito dell’imprenditore) con una aliquota semplificata al 24% per profitti di artigiani e titolari di Pmi.
  • Fissato a 112 miliardi il fondo del Servizio Sanitario Nazionale. A questa cifra si aggiunge circa un miliardo vincolato al piano nazionale per i vaccini, l’assunzione del personale precario e la disponibilità di nuovi farmaci oncologici e immunologici.
  • Viene azzerata l’Irpef agricola per imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti. La norma stabilisce l’esenzione ai fini  Irpef dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati da CD e IAP per gli anni 2017, 2018 e 2019. il taglio di tasse per l’agricoltura arriva a 1,3 miliardi di euro in 2 anni considerando anche la cancellazione di Irap e Imu sui terreni.
  •  APE SOCIAL – Per alcune categorie sarà senza costi, fino a un reddito da pensione lordo di 1.350 euro mensili. Per accedervi sarà necessario avere almeno 36 anni di contributi e 30 anni se si è disoccupati.
  •  Sarà estesa la 14esima a 1,2 milioni per arrivare in totale a 3,3 milioni di pensionati.
  • Sono invece 4,5 miliardi gli stanziamenti per il piano Casa Italia per la ricostruzione post sisma in Italia Centrale, mentre il bonus ristrutturazioni edilizie verrà esteso a condomini e alberghi, con la conferma anche per il 2017 degli incentivi alle ristrutturazioni edilizie (al 50% e per il risparmio energetico al 65%, compreso il bonus mobili al 50%)con una dotazione complessiva di 3 miliardi di euro. Per il dissesto idrogeologico il governo ha previsto uno stanziamento complessivo di 7 miliardi in 7 anni.
  • La legge di bilancio 2017 prevede anche un Fondo speciale da 3 miliardi di euro per l’accoglienza dei migranti. Si tratta di 500 euro l’anno a migrante una tantum per le spese sostenute dai Comuni.  Altri cinquanta milioni sono destinati alla promozione della cultura e della scienza italiana.
  • Continua la voluntary  disclosure, ovvero il rientro volontario dei capitali non dichiarati dall’estero.  Il provvedimento dovrebbe portare nelle casse dello Stato 2 miliardi.
  • Scende il canone Rai nel 2017. Dopo essere stato portato da 113 euro ai 100 del 2016, il prossimo anno ammonterà a 90 euro.
  • Un miliardo in più su scuola e università e nessuna voce di taglio. Un investimento di 200 milioni di euro servirà per trasformare l’organico di fatto in organico di diritto, cioè insegnanti assunti a tutti gli effetti. Previste anche risorse fresche per garantire ai meritevoli ma privi di mezzi l’accesso ai percorsi universitari, è stato stabilizzato l’incremento del fondo per il diritto allo studio  e prevista una no tax area per i redditi bassi (esenzione totale per i redditi fino a 13.000 euro e parziale, con diverse modulazioni, per i redditi da 13.000 a 25.000 euro). Borse di studio specifiche saranno poi riservate a studenti particolarmente meritevoli che verranno accompagnati lungo il loro percorso universitario.
  • Confermato anche il pacchetto famiglia (aiuto -bebè e bonus mamme) al quale vengono destinati 600 milioni, e della destinazioni di nuove risorse alla lotta alla povertà.
  • Accanto alla conferma del precedente sgravio fiscale del super ammortamento al 140% per l’acquisto di nuovi beni strumentali il Governo ha introdotto un nuovo super ammortamento al 250% per gli acquisti in specifici settori. La nuova agevolazione fiscale rinominata iper ammortamento 250% si rivolge all’acquisto di beni materiali e immateriali di ricerca, sviluppo e innovazione.